Si può chiedere un acconto del futuro risarcimento?

E’ possibile chiedere un acconto sul futuro risarcimento soltanto nel caso in cui sia da subito certa la responsabilità medica

Si può chiedere risarcimento per la perdita di chance?

E’ possibile richiedere un risarcimento danni anche quando la condotta ha causato una perdita di chances.  Dunque, anche in quei casi in cui non è possibile affermare che la struttura o il medico ha certamente causato il danno del paziente,  è comunque possibile richiedere un risarcimento se è ragionevole ritenere che la condotta ha diminuito le possibilità di vita o di guarigione di taluno. Chiaramente l’ammontare del risarcimento per perdita di chances, sarà inferiore rispetto ai casi in cui la responsabilità è “certa” e “piena”.

E’ vero che in caso di danni per cure non appropriate o errate è la struttura medica che deve provare che quei danni erano inevitabili ?

Si, essendosi il paziente affidato in tutto e per tutto alla struttura medica, è su questa che cadono le responsabilità per le conseguenze avverse.

I familiari possono chiedere un risarcimento per le sofferenze patite dal loro congiunto?

Si, il coniuge, o convivente stabile, i figli, i genitori, i fratelli, i nipoti da figlio o fratello, i nonni, i cugini possono chiedere un risarcimento se provano di aver, a loro volta, subito un danno a causa del danno subito dal congiunto.

Chi sono i familiari superstiti che possono richiedere il risarcimento per il decesso di pazienti vittime di errore medico?

Tutti i familiari del deceduto possono richiedere il risarcimento danni se la morte è stata causata da un errore medico. Il coniuge, o convivente stabile, i figli, i genitori, i fratelli, i nipoti da figlio o fratello, i nonni, i cugini.

Dopo quanto tempo è possibile ottenere un risarcimento per un danno medico?

Due possibilità: 1) la struttura ospedaliera o il medico (o la loro assicurazione) riconoscono l’errore e decidono di risarcire il danno, e quindi il tutto si risolve in poco tempo; 2) la struttura ospedaliera o il medico o la loro assicurazione non riconoscono l’errore e quindi occorre dare avvio, in Tribunale,  all’ATP (accertamento tecnico preventivo ) che dura dai 6 ai 12 mesi.

Quali sono i tempi per sapere se ci sono i presupposti per una responsabilità medica?

Lo studio della pratica, in relazione alla sua gravità e alla sua complessità, può durare da alcuni giorni ad alcune settimane, in quanto molte volte occorre sottoporre la documentazione a più specialisti per avere una idea ben precisa della situazione e degli eventuali errori o colpe

Come si calcola il valore del danno medico-sanitario subito?

Esistono delle tabelle redatte dai Tribunali, in cui, partendo dall’età del danneggiato e dalla percentuale del danno permanente riscontrato, sommando i giorni occorsi per raggiungere la guarigione, si ottiene la somma dovuta. La tabella più utilizzata è quella del Tribunale di Milano.

Entro quanto tempo dal danno subito per un errore sanitario è possibile richiedere risarcimento?

Il termine prescrizionale è normalmente di 10 anni. In alcuni casi di 5 anni. I termini di prescrizione decorrono dal momento il cui soggetto ha avuto percezione del danno e della sua riconducibilità ad un azione od omissione della struttura o del medico.

Cosa devo scrivere nella mia descrizione dei fatti del danno medico che ho subito?

Una breve cronologia degli eventi e una descrizione delle conseguenze dell’errore medico. Avrai il nostro supporto per cercare di essere più quanto più specifico possibile

Cosa serve per valutare il mio caso di malasanità?

Copia dell’intera documentazione sanitaria relativa alla vicenda (cartelle cliniche, certificati medici ed eventuali esami strumentali come ad esempio Radiografie, TAC, Risonanze magnetiche, etc.) e una breve descrizione dei fatti.

E’ sempre possibile richiedere un risarcimento per un errore medico?

Si, ogni volta che risulta una colpa medica sulla base della documentazione sanitaria esaminata.

Quando è possibile chiedere un risarcimento per un errore medico?

Quando, a seguito di un’analisi medico-legale, vi è evidenza che il danno è riconducibile all’errore del medico o ad una carenza della Struttura Sanitaria.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi